fbpx
mercoledì, 12 Agosto, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Addio plastica: arriva “Ooho”, un materiale commestibile

L’inquinamento causato dalla plastica ha raggiunto limiti intollerabili: secondo uno studio condotto dalla Ellen MacArthur Foundation, ogni anno finiscono in mare oltre 8 milioni di tonnellate di plastica: in numeri è come se, per 365 giorni, in ogni minuto un camion della spazzatura riversasse il proprio contenuto nell’oceano.

Una valida soluzione arriva da Skipping Rocks Lab, una giovanissima start-up britannica che intende eliminare le bottiglie di plastica utilizzate per l’acqua e le bevande in generale. Come? Impiegando delle capsule trasparenti, biodegradabili e commestibili, realizzate con un polimero sintetico ricavato dalle alghe.

UNA PERLA DI ACQUA

Mangiare l’acqua dunque sarà il nuovo trend dell’idratazione: le perle di Skipping Rocks Lab infatti, possono essere masticate per liberarne il contenuto (acqua, vino o altri liquidi).


Ooho, (questo il nome della perla commestibile) ha un costo di produzione nettamente inferiore a quello delle bottiglie in plastica o vetro e può essere utilizzato per confezionare acqua, bibite gassate, alcolici e persino prodotti cosmetici. Realizzare Ooho ha richiesto ben due anni di lavoro; a sostegno della start-up è intervenuto Climate-KIC, un acceleratore di imprese dell’Imperial College di Londra.

L’azienda, che intende arrivare sul mercato del largo consumo nel 2018, sta raccogliendo su crowdfunding il secondo round di finanziamenti: obiettivo? 500 mila euro.

 

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Antonio Piazzolla
Giornalista e divulgatore scientifico; caporedattore di Close-Up Engineering, è una delle firme di Forbes Italia e autore su Le Stelle, la rivista di divulgazione astronomica fondata da Margherita Hack. Ha collaborato con BBC Scienze Italia, HuffPost Italia, l’Espresso, Il Messaggero e Business Insider Italia.