fbpx
mercoledì, 30 Settembre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Akatsuki ha raggiunto Venere: ingresso in orbita eccellente

La sonda giapponese Akatsuki si è inserita nell’orbita di Venere e ha iniziato a mandarci delle immagini della cugina della Terra: tre foto, cinque anni di ritardo, dopo che il lancio effettuato nel 2010 abortì per un problema al sistema di propulsione.

Akatsuki's Venus Flyby
Akatsuki’s Venus Flyby

Immagine sopra è del 7 dicembre (alle ore 01:50 in Giappone). La sonda distava 68.mila chilometri dal pianeta. La sonda ha compiuto un’orbita ellittica di 400 x 440.000 km da Venere. Tre degli strumenti scientifici – UVI, LIR e IR1 – erano già stati attivati nell’arco delle scorse settimane; ora sarà il turno degli altri tre strumenti, IR2, LAC e USO. Nel corso dei prossimi mesi, inoltre, la sonda eseguirà una serie di manovre per ridurre il suo periodo orbitale a nove giorni. La missione entrerà davvero nel vivo, almeno dal punto di vista scientifico, ad Aprile.

20151209_akatsuki_1 (1)

Il periodo orbitale è durato 13 giorni e 14 ore. “La sonda è in buona salute” – fa sapere l’Agenzia Spaziale Giapponesi che mette a disposizione alcuni link utili per chi volesse seguire esperimenti e aggiornamenti:

– Venus Climate Orbiter: http://global.jaxa.jp/projects/sat/planet_c/

– Venus Meteorology: http://www.isas.jaxa.jp/e/enterp/missions/akatsuki/index.shtml

For more information about Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA), visit: http://global.jaxa.jp/

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Antonio Piazzolla
Giornalista e divulgatore scientifico; caporedattore di Close-Up Engineering, è una delle firme di Forbes Italia e autore su Le Stelle, la rivista di divulgazione astronomica fondata da Margherita Hack. Ha collaborato con BBC Scienze Italia, HuffPost Italia, l’Espresso, Il Messaggero e Business Insider Italia.