Il 2021 sembra ancora molto lontano, soprattutto se lo si guarda con “occhio tecnologico”, in quanto lo sviluppo dei componenti avviene in tempi molto più rapidi. Nonostante ciò, è arrivata una forte e importante indiscrezione che riguarda il modello di Apple iPhone pensato proprio per quell’anno, senza neanche pensare a iPhone 12, ovvero il melafonino che dovrebbe essere presentato nel mese di settembre 2020.

Saltando un anno, Ming-Chi Kuo (noto analista che spesso e volentieri fornisce anteprime sui prodotti a marchio Apple del futuro) ha affermato che il modello di iPhone del 2021 sarà dotato esclusivamente della ricarica wireless, abbandonando così la porta e il relativo cavo per la ricarica standard, seguendo le orme di quanto già fatto con l’ingresso jack audio da 3,5 millimetri. Kuo non ama restare sul vago e, anche in questo caso, si addentrato un un po’ più nel dettaglio, dichiarando:

Ci aspettiamo che il modello di fascia alta elimini la porta e fornisca un’esperienza completamente wireless.

Con “modello di fascia alta”, l’analista intende iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max (considerando l’attuale nomenclatura dei modelli), mentre sulla versione “base” dello smartphone di Apple non dovremmo avere variazioni.

Di un addio alla porta Lightning, che siamo abituati a vedere sugli iPhone ormai dal lontano 2012, si è parlato spesso già in passato. La teoria più accreditata è quella della sostituzione della porta suddetta con una USB Type-C (come già accaduto con iPad Pro e che potrebbe avvenire già nel 2020 con iPhone 12), ma se questo rumor di Ming-Chi Kuo dovesse essere veritiero, allora potremmo vedere una Apple proiettata ancor più in avanti, con la sola ricarica wireless.

Per forza di cose, se ci fosse solo la ricarica wireless, Apple dovrebbe essere sicura di adottare una tecnologia affidabile, veloce e molto più avanzata di quelle in commercio attualmente, in modo da non far storcere il naso agli utenti fedeli e invertire la tendenza di questa estate, periodo in cui si è registrato un calo degli stessi.

Inoltre, la società di Cupertino dovrebbe essere pronta a brevettare e realizzare un’intera nuova gamma di accessori per gli iPhone del futuro, che escludano completamente i cavi di ogni tipo e che si basino soltanto sul wireless, impresa non facile se si pensa al famoso AirPower, il tappetino di ricarica wireless già morto sul nascere.

Tuttavia, è bene ricordare che Apple è stata una delle prime (se non la prima) azienda produttrice di smartphone a rimuovere l’ingresso jack audio da 3,5 mm e, di conseguenza, non è nuova a scelte di questo genere. Ne passerà di acqua sotto ai ponti fino a quando iPhone 13 diventerà realtà e, per questo, il tutto è da prendere con le pinze, ma a dirlo è Ming-Chi Kuo e solitamente non sbaglia un colpo. Staremo a vedere, intanto diteci la vostra nei commenti.