fbpx

Home » Borsa di Copenaghen: icendio devastante fa crollare guglia e tetto

Borsa di Copenaghen: icendio devastante fa crollare guglia e tetto

Un violento incendio ha colpito martedì mattina l'antica sede della Borsa di Copenaghen, un edificio emblematico del XVII secolo, causando gravi danni e il crollo della sua guglia.

Categorie Flash News
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Martedì mattina, un incendio ha devastato l’antica sede della Borsa di Copenaghen in Danimarca, un edificio storico situato nel cuore della capitale. Questo edificio del XVII secolo, noto per la sua architettura distintiva, attualmente ospita la Camera di Commercio danese.

Borsa di Copenaghen: la struttura e il suo significato

Il palazzo della Vecchia Borsa, noto come Børsen, è stato costruito nel 1625, rendendolo uno degli edifici più antichi di Copenaghen. La sua prossimità a luoghi di rilevanza nazionale, come il parlamento danese (Folketing) e il palazzo reale (Christiansborg), sottolinea la sua importanza storica e culturale per la Danimarca.

L’edificio della vecchia Borsa di Copenaghen è uno dei simboli architettonici della città e rappresenta una parte significativa del patrimonio culturale danese. La struttura è rinomata per la sua guglia torcida, rivestita in rame verde, che simboleggia le code dei quattro draghi situati alla sua base. L’edificio è stato progettato con influenze rinascimentali e barocche e ha servito per secoli come un importante centro per gli affari finanziari e il commercio.

Dettagli dell’incendio alla storica sede della Borsa di Copenaghen

incendio alla storica sede della Borsa di Copenaghen

L’incendio, che ha preso avvio nelle prime ore della mattina, ha avvolto rapidamente la guglia dell’edificio in fiamme e fumo. Al momento dell’incidente, l’edificio era in fase di ristrutturazione e circondato da impalcature, che potrebbero aver contribuito alla rapida diffusione delle fiamme. I vigili del fuoco sono intervenuti prontamente, ma nonostante gli sforzi, la storica guglia è crollata, un danno simbolico e strutturale significativo per l’intera città.

Durante l’incendio, sono stati messi in atto sforzi significativi per salvare grandi dipinti e altri oggetti di valore contenuti nell’edificio. Questa azione rispecchia la gravità del disastro e l’importanza del patrimonio culturale racchiuso all’interno di Børsen.

Cause e consequenze dell’incendio alla storica sede della Borsa di Copenaghen

Al momento, le cause esatte dell’incendio non sono state determinate. Gli investigatori stanno esaminando tutte le possibili cause, inclusi i lavori di ristrutturazione in corso, che potrebbero aver innescato accidentalmente il fuoco. La perdita dell’edificio non è solo un colpo al patrimonio architettonico della città, ma potrebbe anche influenzare le operazioni della Camera di Commercio danese, attualmente situata all’interno.

La comunità locale e i turisti che frequentano questa zona iconica di Copenaghen sono rimasti scioccati e addolorati dal disastro. Le autorità hanno espresso impegno nel restaurare l’edificio e preservare ciò che resta della sua struttura storica, enfatizzando l’importanza di mantenere vivo il patrimonio culturale della città nonostante gli inevitabili cambiamenti e sfide.

Il ministro della Cultura danese, Jakob Engel-Schmidt, ha espresso profondo dispiacere per l’evento, descrivendolo come una perdita di “400 anni di patrimonio culturale danese”. Questa dichiarazione evidenzia la portata del danno culturale causato dall’incendio. Inoltre, un testimone, Henrik Grage, ha paragonato l’evento all’incendio della Cattedrale di Notre Dame a Parigi nel 2019, sottolineando il profondo impatto emotivo e storico dell’incendio sulla comunità danese, definendolo “la nostra Notre Dame”.

La distruzione dell’iconica guglia di Børsen, decorata con le figure di quattro draghi che simbolicamente proteggevano l’edificio da nemici e incendi, aggiunge un livello di ironia tragica all’evento. La comunità internazionale e locale è in attesa di ulteriori sviluppi mentre continua la valutazione dei danni e la pianificazione del restauro, con l’obiettivo di preservare ciò che resta di questo simbolo storico di Copenaghen.