Thailandia, Bangkok.

Due medici dell’ospedale Rajavithi, il dott. Kriangsak Atipornwanich e il prof. associato Subsai Kongsangdao, hanno dichiarato – durante un briefing a Bangkok – di aver osservato miglioramenti dopo 48 ore in una paziente affetta da Coronavirus, una donna di 71 anni ricoverata prima all’ospedale di Hua Hin e poi trasferita all’ospedale di Rajavithi lo scorso 29 gennaio, dopo la somministrazione dei due gruppi di farmaci.

Si tratta dell’Oseltamivir, un farmaco antinfluenzale (generalmente in commercio sotto Tamiflu, usato per curare il coronavirus correlato alla sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS), e i farmaci lopinavir e ritonavir, un farmaco ad attività antiretrovirale appartenente alla classe degli inibitori delle proteasi, venduto sotto il nome commerciale di Kaletra.

“Abbiamo verificato le informazioni correlate e scoperto che i farmaci antinfluenzali erano efficaci sul MERS, quindi abbiamo combinato entrambi i gruppi di farmaci. Dopo scarsi test di laboratorio per 10 giorni, il test è diventato finalmente positivo dopo 48 ore dalla somministrazione dei farmaci. Il trattamento, così come il recupero, è veloce”

– ha dichiarato il dott. Kriangsak il quale ha riconosciuto che i cinesi avevano già utilizzato farmaci per l’AIDS su nuovi pazienti affetti da coronavirus.

Per approfondire:

[1] Thai doctors claim drug success against virus – Bangkok Post
[2] “Cocktail of flu, HIV drugs appears to help fight coronavirus: Thai doctors” – Reuters

Per restare aggiornato sul Coronavirus clicca qui!

Nella foto i farmaci impiegati, crediti: noticiasaominuto.com.br/3scorporation.com