fbpx
venerdì, 10 Luglio, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Coronavirus, ecco come penetra nel corpo tramite gli occhi

Una delle vie che permettono l’accesso del nuovo coronavirus all’interno del corpo, come si sospettava da tempo, è rappresentata dagli occhi. Ora, come riporta ANSA, alcuni ricercatori sono riusciti ad individuare con esattezza il punto d’ingresso usato da Sars-CoV-2: un gruppo di cellule della cornea e della congiuntiva che presentano un’alta concentrazione di Ace2, il recettore che il nuovo “coronavirus” sfrutta per penetrare nel corpo. La ricerca che ha portato a questo risultato è stata condotta dagli scienziati dell’Università di Singapore – guidati da Yuin-Han Loh – che hanno attentamente analizzato 33 diversi tipi di cellule presenti nell’occhio umano, prima di identificare quella usata da Sars-CoV-2.

OffertaBestseller No. 2
Maschera facciale in polipropilene a 3 strati Jointown, confezione da 50 pezzi
Questa è una maschera per uso generale.; Confezione da 50 maschere. Queste maschere devono essere eliminate dopo ogni utilizzo.
18,99 EUR
OffertaBestseller No. 3
50x Mundbedeckung Polvere Hygiene Atem Bocca Spuck Protezione USA e Getta 3Lagig Rapida
Antipolvere Maschera 3 - Strati; Orecchio - Passanti (Nastro di Gomma); Ce Certificato; Qualità Top, Geruchs-Neutral
3,99 EUR

Come sottolineato da Ansa, le ricerche portate avanti nell’ultimo periodo hanno permesso agli scienziati di scoprire nuovi dettagli riguardanti il nuovo coronavirus e come riesce ad accedere nel corpo, dettagli che potrebbero essere poi usati per sviluppare una cura e/o un vaccino efficace. In questo modo, andando alla ricerca delle potenziali cellule bersaglio di Sars-CoV-2, è stato possibile scoprire che gli organi vulnerabili non sono (come si potrebbe pensare) esclusivamente i polmoni, ma anche il cuore, i reni e l’ileo.

[bquote by=”Dott. Carlo Perno” other=”Virologo dell’Ospedale Niguarda (Milano)”]Il fatto è che tutto ciò che sta nella congiuntiva può raggiungere velocemente il naso e viceversa per la vicinanza fisiologica tra naso e occhio[/bquote]

Confermata, dunque, la possibilità di infezione da coronavirus tramite contatto diretto o indiretto con le mucose degli occhi. Certamente un motivo in più per sottolineare ancora una volta l’importanza dell’utilizzo – specie in ambienti dove c’è il rischio di schizzi – di mascherine e occhiali/visiere paraschizzi. Quest’aspetto lo ha evidenziato ad Ansa anche il dott. Carlo Perno, virologo dell’ospedale Niguarda di Milano: “vanno protetti anche gli occhi, con occhiali o visiere, soprattutto quando si è contesti in cui c’è il rischio di schizzi. I comportamenti di protezione individuali sono fondamentali per evitare il contagio“.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Simone Versientihttps://sciencecue.it
Sono uno studente di Informatica e Comunicazione Digitale. Al di fuori dell'università mi occupo di tecnologia, nelle sue forme più disparate. Mi piace informare e, di conseguenza, essere informato il più possibile.