fbpx

Home » È vero che l’acqua del WC ruota diversamente nei due emisferi?

È vero che l’acqua del WC ruota diversamente nei due emisferi?

Acqua ruota diversamente nei due emisferi: lo abbiamo sentito dire molte volte, ma è vero? Scopriamo come la Forza di Coriolis non possa avere influenza in questo caso.

Categorie Bufale · Curiosità e Consigli · Scienza
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

In uno degli episodi più esilaranti dei Simpson (“Bart contro l’Australia”, sesta stagione), Lisa e Bart litigano sul senso di rotazione dell’acqua nel WC. La prima spiega al secondo che l’acqua esce dagli scarichi girando sempre in senso antiorario nell’Emisfero Nord, e sempre in senso orario nell’Emisfero Sud. Bart non ne è convinto e, pertanto, decide di telefonare dagli Stati Uniti in Australia per apprendere quale sia la verità, provocando così un incidente diplomatico tra i due paesi: tutta la famiglia dovrà andare in Australia per risolvere la situazione, scoprendo, tra l’altro, che nel bagno dell’ambasciata USA in Australia è stato installato un dispositivo ingegnoso e complicato, con lo scopo di far girare lo scarico nel senso di rotazione abituale per gli americani. È vero che l’acqua del WC ruota diversamente nei due emisferi?

Acqua ruota diversamente nei due emisferi: una credenza errata

acqua ruota diversamente nei due emisferi

Per una volta Bart ha ragione, anche se il suo scetticismo più che da argomentazioni scientifiche è supportato soltanto dalla sua storica rivalità con la “secchiona” Lisa. Quest’ultima, di solito la mente critica e riflessiva della famiglia Simpson, ha abboccato ad una radicata leggenda metropolitana che “ruota” (perdonatemi il giro di parole) attorno alla “forza di Coriolis”.

È vero che l’acqua del WC ruota diversamente nei due emisferi grazie alla forza di Coriolis?

A causa della rotazione terrestre, ogni oggetto che si muove sulla Terra è soggetto a questa forza apparente che lo devia verso destra se si trova nell’Emisfero Nord e verso sinistra se si trova nell’Emisfero Sud. Tuttavia, il tempo che il getto d’acqua impiega a raggiungere lo scarico è troppo breve perché la forza di Coriolis possa in qualche modo influenzarne il moto.

A questa scala contano molto di più altri fattori come la forma del lavandino e la direzione del getto d’acqua. Decisamente diverso è il caso di flussi lunghi decine o centinaia di chilometri che durano per tempi assai più lunghi, come quelli che avvengono in atmosfera o nell’acqua degli oceani (uragani e vortici). In tal caso, gli effetti della forza di Coriolis sono evidenti.

La “bufala” del differente verso di rotazione dell’acqua degli scarichi nei due emisferi, compare in un film del 2013 (“Escape Plan – Fuga dall’inferno”), il cui protagonista – rapito e imprigionato – comprende l’emisfero in cui si trova, osservando proprio il senso di rotazione dell’acqua nel WC.

acqua ruota diversamente nei due emisferi
Coriolis effect as physical inertial or fictitious force outline diagram. Labeled educational scheme with direction of rotation on earth axis vector illustration. Explained movement of inertial frame.

La forza di Coriolis e la deviazione dei proiettili

La rotazione terrestre dà origine ad una forza fittizia, la forza di Coriolis. Tale forza spiega il motivo per cui un proiettile a lunga gittata subisce una deviazione apparente durante il suo moto, deviazione che è verso destra nell’emisfero settentrionale e verso sinistra in quello meridionale, più pronunciata a latitudini elevate e nulla all’equatore. In che modo riesce la forza di Coriolis ad influire nella balistica dei proiettili?

Subito dopo il lancio, la velocità del proiettile è pari alla somma di due quantità: la parte dovuta al lancio e quella dovuta alla velocità di rotazione della Terra nella località di lancio. Durante il volo del proiettile, il bersaglio a sua volta continua a ruotare attorno all’asse terrestre per cui, se non si tiene conto di questo fatto, il proiettile lo mancherà.

I mondiali del 2010

In occasione dei mondiali sudafricani del 2010, qualcuno provò a giustificare le strane traiettorie del pallone e le conseguenti papere dei portieri facendo riferimento alla forza di Coriolis. Ma anche in questo caso, il discorso non reggeva. Se tale forza apparente può aver una piccola influenza sulla traiettoria dei missili a lunghissima gittata, la cosa è decisamente trascurabile quando si considera il breve percorso di una palla. Più che al povero Coriolis, la colpa dei “gollonzi” (come la Gialappa’s Band definisce le reti sorprendenti, ridicole, fortunose e improbabili) andava attribuita al pallone Jabulani.