fbpx

Home » Ghiacciaio su Marte, trovate tracce vicino all’equatore

Ghiacciaio su Marte, trovate tracce vicino all’equatore

È stato scoperto un ghiacciaio su Marte ricoperto da un deposito di sale vicino all'equatore. Ciò potrebbe aprire nuove strade per l'esplorazione del Pianeta Rosso.

Categorie Spazio
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Un ghiacciaio su Marte potrebbe trovarsi anche a latitudini più basse rispetto a quelle polari. Una recente scoperta infatti ha individuato la presenza di tracce di un ghiacciaio in prossimità dell’equatore del Pianeta Rosso, in una zona chiamata Noctis Labyrinthus. Non si tratta di una vera e propria zona ghiacciata, ma di un deposito di sale con caratteristiche morfologiche di un ghiacciaio. Si tratta di un’importante novità, interessante per le esplorazioni future del Pianeta Rosso.

Il ghiaccio su Marte

La scoperta di tracce di ghiaccio su Marte ha importanti implicazioni per l’esplorazione umana del Pianeta Rosso. Rappresenta infatti una fonte di acqua potenzialmente utilizzabile dalle future missioni umane o robotiche. I primi segni di ghiaccio su Marte furono rilevati dai primi orbiter negli anni ’60, ma è solo negli ultimi anni che abbiamo iniziato a scoprire la sua importanza per la possibile presenza di vita. Marte è un pianeta freddo e secco, ma non è completamente privo di acqua. In diverse regioni del pianeta, infatti, sono state osservate tracce di ghiaccio, principalmente nella forma di depositi polari ai poli nord e sud.

La recente scoperta è solo l’ultimo risultato di una serie di importanti informazioni sulla presenza di acqua e ghiaccio su Marte. La missione Mars Reconnaissance Orbiter della NASA, ad esempio, ha rilevato la presenza di grandi depositi di ghiaccio sotto la superficie di Marte. La missione europea ExoMars invece ha scoperto tracce di acqua liquida sulla superficie del pianeta.

ghiacciaio su marte

La scoperta del ghiacciaio su Marte vicino all’equatore

La recente scoperta di tracce di un ghiacciaio su Marte, nell’area vicina al suo equatore, è stata annunciata alla Conferenza di Scienze Lunari e Planetarie in Texas. La scoperta è del Mars Institute e del Seti Institute, un’organizzazione scientifica che si occupa della ricerca della vita extraterrestre. Questa scoperta rappresenta una novità importante per la comunità scientifica perché finora i ghiacciai erano stati individuati solo alle regioni polari.

Le caratteristiche del ghiacciaio

Il ghiacciaio in questione è largo circa 4 chilometri e lungo 6 chilometri. Si trova nella zona chiamata Noctis Labyrinthus, nota per il suo intricato sistema di valli ripide e profonde. Nonostante i ricercatori non abbiano trovato un vero e proprio ghiacciaio su Marte, si è identificato un deposito di sale che presenta le caratteristiche morfologiche tipiche di un ghiacciaio. Questa scoperta potrebbe aprire nuove opportunità per l’esplorazione di Marte. Inoltre potrebbe consentire l’analisi delle condizioni ambientali dell’area in questione. La scoperta di un ghiacciaio “recente” potrebbe suggerire che il clima di Marte stia subendo dei cambiamenti e che potrebbero esistere altre forme di vita sul Pianeta Rosso.

ghiacciaio su marte

La presenza di un deposito di sale sul ghiacciaio su Marte

La presenza di sale sopra il ghiacciaio su Marte può essere spiegata dalle attività vulcaniche che hanno interessato questa zona del pianeta in tempi recenti. Quando i materiali vulcanici sono entrati in contatto con il ghiaccio, si sono verificate delle reazioni chimiche. Queste hanno portato poi alla formazione di uno strato di sali. Non è ancora chiaro se il ghiacciaio sia ancora presente sotto lo strato di sale o se si sia completamente sublimato, passando alla fase gassosa. Bisognerà fare ulteriori analisi per dare una risposta certa.

Una novità importante

L’area di Noctis Labyrinthus, dove è stato trovato il deposito di sale, è particolarmente interessante per gli scienziati. Questa zona presenta una serie di caratteristiche uniche nel sistema solare. Infatti, la presenza di profonde valli ripide suggerisce che in passato ci sia stata un’attività tettonica significativa su Marte. Ciò può aver avuto un impatto sulla presenza di ghiaccio nella zona.

La scoperta del ghiacciaio su Marte a latitudini inferiori potrebbe aprire nuove strade per la comunità scientifica. Fino ad oggi, le missioni spaziali si sono concentrate principalmente sulle regioni polari, dove si riteneva che il ghiaccio fosse presente in abbondanza. Tuttavia, queste aree presentano anche condizioni ambientali estreme sia per i robot che per gli umani. La presenza di un ghiacciaio su Marte vicino all’equatore potrebbe rappresentare una nuova opportunità per l’esplorazione. Infatti potrebbe consentire di evitare le regioni polari e di accedere a risorse preziose come l’acqua.