fbpx
sabato, 26 Settembre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Hubble fotografa la “bolla di sapone” cosmica

Il telescopio spaziale Hubble ha colpito ancora! Dopo la farfalla cosmica è la volta della “bolla di sapone” cosmica: una stella lontana 30.000 anni luce dalla Terra, nella Costellazione della Carena che si appresta a raggiungere lo stadio di supernova.

Al centro dell’immagine possiamo ammirare la brillante WR31a, una particolare stella super massiccia, con una massa di almeno 20 volte quella del nostro Sole e circa 5 volte più calda. WR31a appartiene alla famiglia di Wolf-Rayet, una tipologia di stelle piuttosto rare: sono avvolte da una nube di gas e polveri che esse stesse espellono. La struttura circolare azzurrastra ricorda una bolla di sapone: il colore è dato dagli elementi chimici di cui è composta e vale a dire principalmente idrogeno e elio che si espande sotto la spinta del vento stellare prodotto da WR31a, alla pazzesca velocità di 220.000 chilometri orari.

L’esistenza di queste stelle è decisamente “breve”: poche centinaia di migliaia di anni (breve se si considera che il Sole ha già compiuto circa 4 miliardi di anni). A causa della sua iperattività, WR31a ha già perso almeno la metà della sua massa negli ultimi 100.000 anni. Che ne sarà di questa affascinante bolla di sapone? Degenerà con una violentissima esplosione in una supernova ed i materiali espulsi potranno dare vita ai processi di formazione di nuove stelle e pianeti.

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Antonio Piazzolla
Giornalista e divulgatore scientifico; caporedattore di Close-Up Engineering, è una delle firme di Forbes Italia e autore su Le Stelle, la rivista di divulgazione astronomica fondata da Margherita Hack. Ha collaborato con BBC Scienze Italia, HuffPost Italia, l’Espresso, Il Messaggero e Business Insider Italia.