fbpx

Home » Israele è il primo Paese al mondo ad autorizzare la vendita al pubblico di carne coltivata di manzo

Israele è il primo Paese al mondo ad autorizzare la vendita al pubblico di carne coltivata di manzo

Aleph Farms, un'azienda israeliana, ha ottenuto l'approvazione dal Ministero della Salute israeliano per la sua innovativa tecnologia di carne coltivata, che utilizza cellule animali anziché macellazione, promettendo un futuro più sostenibile e etico nella produzione di carne.

Categorie Biologia · Cambiamento climatico · Tecnologia
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Aleph Farms, un’azienda israeliana di agricoltura cellulare, ha recentemente raggiunto un traguardo significativo nel settore alimentare innovativo. La loro tecnica di produzione di carne coltivata ha ottenuto l’approvazione regolamentare sotto forma di una lettera “Senza Domande” dal Ministero della Salute israeliano. Questo evento segna un momento storico: Aleph Farms è la prima azienda a ricevere tale approvazione in Israele e nel mondo per la carne coltivata di manzo, una pietra miliare che potrebbe ridefinire il futuro del consumo di carne.

Tecnologia rivoluzionaria: coltivazione di carne senza macellazione

La tecnica impiegata da Aleph Farms, cioè quella per la coltivazione della carne, rappresenta una vera svolta. Si basa sull’uso di cellule animali che vengono nutrite e coltivate in un biorreattore, evitando così la macellazione degli animali. Nonostante questo processo sia sia tempestivo che costoso, specialmente nella produzione di quantità sufficienti per formare un intero taglio di carne, le sue implicazioni etiche ed ambientali sono immense.

Il concetto di “carne coltivata”, impropriamente chiamata “carne sintetica”, è un tema complesso, che sconfina nell’ambito della biotecnologia e dell’ingegneria cellulare. In un mondo dove la sostenibilità e l’etica nella produzione alimentare stanno diventando sempre più rilevanti, la carne sintetica rappresenta una soluzione promettente e innovativa.

Il processo

Israele carne coltivata

Da un punto di vista tecnico, la produzione di carne sintetica è un processo sofisticato e all’avanguardia come accennato prima. Inizia con l’estrazione di cellule staminali da muscoli di animali adulti viventi o da embrioni animali. Queste cellule staminali, notoriamente versatili, sono poi coltivate in un ambiente controllato, utilizzando un terreno di coltura specifico che fornisce i nutrienti essenziali per la loro crescita e differenziazione. Il ruolo dei materiali biocompatibili in questo processo è cruciale, poiché forniscono il supporto necessario affinché le cellule possano svilupparsi e differenziarsi correttamente, formando i miotubi, le unità di base delle fibre muscolari.

Uno degli aspetti più affascinanti di questo processo è il modo in cui la scienza è in grado di replicare le complesse strutture biologiche trovate nella natura. Attraverso l’ingegneria cellulare, le cellule staminali vengono indotte a svilupparsi in tessuto muscolare, un processo che normalmente avviene all’interno dell’organismo degli animali.

Questo approccio non solo offre un’alternativa etica alla macellazione degli animali, ma apre anche la porta a nuove possibilità in termini di personalizzazione del cibo, adattando la consistenza, il gusto e il contenuto nutritivo della carne secondo le esigenze e le preferenze dei consumatori. Tuttavia, ci sono ancora sfide da affrontare, come l’efficienza e l’efficacia dei terreni di coltura privi di derivati animali.

Secondo esperti come Hanna Tuomisto, Professore associato di Sistemi alimentari all’Università di Helsinki, i progressi in questo campo sono in corso, con ricerche che esplorano alternative come cianobatteri, alghe, lieviti e funghi. In definitiva, la carne sintetica rappresenta un esempio straordinario di come la scienza e la tecnologia possano lavorare insieme per creare soluzioni sostenibili e innovative nel campo alimentare. Con ulteriori ricerche e sviluppi, la carne coltivata in laboratorio potrebbe diventare una parte integrante della nostra dieta, riducendo il nostro impatto ambientale e offrendo nuove opportunità per un futuro più sostenibile.

Ti potrebbe interessare -> Carne sintetica: cos’è, come è prodotta, pro e contro

Un percorso lungo e complesso verso l’approvazione regolamentare della carne coltivata di manzo in Israele

Israele carne coltivata

Ottenere l’approvazione regolamentare è stato un traguardo che ha richiesto anni di sforzi per le aziende di carne coltivata. Negli Stati Uniti, ad esempio, le porte regolamentari si sono aperte solo dopo che la Food and Drug Administration ha autorizzato Upside Foods e Good Meat nel 2023 a vendere i loro prodotti di pollo coltivato in tutto il paese.

Aleph Farms: innovazione e diversificazione

Fondata nel 2017 da Didier Toubia, Neta Lavon, Shulamit Levenberg e The Kitchen Hub, Aleph Farms ha da allora presentato diversi prodotti innovativi. Questi includono bistecche di manzo coltivate sottili, bistecche di costata coltivate e collagene coltivato. Con il marchio Aleph Cuts, l’azienda sta lanciando il suo primo prodotto: una bistecca di manzo coltivata, cresciuta dalle cellule non modificate di una mucca Black Angus e una matrice proteica vegetale a base di soia e grano.

Espansione globale in vista dopo l’approvazione della carne coltivata di manzo in Israele

L’approvazione regolamentare consente ad Aleph Farms di produrre e commercializzare il suo prodotto in Israele, soggetto a specifiche indicazioni per l’etichettatura e il marketing fornite dal Ministero della Salute israeliano. Inoltre, l’azienda ha presentato domande per l’approvazione regolamentare nel Regno Unito e in Svizzera, e sta avanzando richieste in altri paesi, tra cui gli Stati Uniti.

Con l’introduzione di Aleph Cuts, Aleph Farms non solo offre un’alternativa etica al consumo di carne ma contribuisce anche alla riduzione dell’impatto ambientale dell’industria della carne. Questa innovazione potrebbe essere un passo fondamentale verso un futuro più sostenibile e responsabile nel consumo di carne.

L’approvazione di Aleph Farms, quindi, segna un momento significativo nel settore alimentare e potrebbe segnare l’inizio di una nuova era nella produzione e nel consumo di carne. Con il suo impegno verso l’innovazione e la sostenibilità, Aleph Farms si pone all’avanguardia di un movimento che potrebbe trasformare radicalmente il nostro rapporto con il cibo.