fbpx
sabato, 26 Settembre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

La cometa alcolica

Si chiama C/2014 Q2 Lovejoy ed è la cometa alcolica! Al suo interno infatti sono state localizzate tracce di alcol etilico e un particolare zucchero complesso.

Da quando è stata scoperta dall’australiano Terry Lovejoy, che ha dato le generalità alla cometa, non ha smesso di incuriosire gli scienziati. La recente scoperta la rende ancor più unica: dal suo nucleo fuoriesce alcol etilico, lo stesso che beviamo il sabato sera, ed una ventina di zuccheri complessi tra cui il glicolaldeide.

Nicolas Biver
Nicolas Biver, crediti: media.inaf.it

La “scoperta alcolica” è di Nicolas Biver dell’Observatoire de Meudon di Parigi. Ha utilizzato il radiotelescopio da 30 metri di diametro che si trova sulla Sierra Nevada in Spagna. «Queste sostanze sono state portate alla luce lo scorso mese di gennaio quando la cometa  C/2014 Q2 Lovejoy è passata vicino al Sole. Dal suo nucleo usciva alcol in quantità paragonabili a circa 500 bottiglie di vino» – spiega Biver.

Non meno importante è la presenza dello zucchero, lo stesso che mettiamo nel caffè: alcuni lieviti possono trasformare gli zuccheri in alcol. Che ci siano anche sulla cometa? Questo è quel che si stanno chiedendo ora gli scienziati. Ma non è la prima volta che vengono individuati “ingredienti” di questo tipo.

 

Iras 16293-2422
Iras 16293-2422, crediti: NASA

In passato, infatti, su Iras 16293-2422 venne trovato del materiale simile a quello scoperto sulla cometa Lovejoy. Un zucchero come il glicolaldeide è un elemento molto importante per la vita, è presente nella formazione dell’Rna. Da tempo si crede che le comete possano aver portato sulla Terra i mattoni della vita. Questa scoperta valorizza tale ipotesi.

 

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Antonio Piazzolla
Giornalista e divulgatore scientifico; caporedattore di Close-Up Engineering, è una delle firme di Forbes Italia e autore su Le Stelle, la rivista di divulgazione astronomica fondata da Margherita Hack. Ha collaborato con BBC Scienze Italia, HuffPost Italia, l’Espresso, Il Messaggero e Business Insider Italia.