fbpx
martedì, 22 Settembre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

NASA, scoperto sistema solare: tre pianeti nella zona abitabile

NASA annuncia la scoperta di un sistema solare: tre pianeti nella zona abitabile

Il sistema planetario in questione si trova a meno di 40 anni luce da noi, quello di TRAPPIST-1, una nana rossa che si trova nella costellazione dell’Acquario: sette pianeti simili al nostro e ben tre di essi risultano nella “zona abitabile”, quella regione intorno ad una stella ove è teoricamente possibile – per un pianeta – mantenere acqua liquida sulla sua superficie, l’ingrediente fondamentale per lo sviluppo di una forma di vita.

Non è di certo la prima volta che vengono individuati sistemi extrasolari, ma in cosa differisce questa scoperta dalle altre?

Principalmente il numero di pianeti simili alla Terra (ben 7, quando solitamente in sistemi simili se ne riscontravano un paio) e, dulcis in fundo, il maggior numero di pianeti nella zona abitabile (tre, quando solitamente se ne trova solo uno). La ricerca, condotta da un team internazionale, è stata pubblicata online su Nature.

Cos’è TRAPPIST-1?

Una nana rossa, una stella “fredda”: la temperatura superficiale infatti è di circa 2400 °C, meno della metà di quella del nostro Sole. Il nome di questa stella deriva dal TRAnsiting Planets and PlanetesImals Small Telescope south (TRAPPIST-south), il telescopio dell’Osservatorio di La Silla sulle Ande che l’ha scoperta.

Sole - TRAPPIST-1
Un confronto tra il nostro Sole (sinistra) e la nana rossa Trappist-1 (destra). Credits: ESO/O. Furtak

Dai dati emerge che i tre pianeti nella zona abitabile (e, f, g) sarebbero dunque ad una distanza sufficiente a permettere la presenza di acqua liquida sulla superficie. Quelli più interni sarebbero infatti troppo caldi, mentre quello più lontano, TRAPPIST-1h potrebbe essere troppo distante e quindi avere una superficie decisamente ghiacciata.
TRAPPIST-1 Solar System

Una comparazione tra i pianeti del sistema solare di TRAPPIST-1 (in alto) e i tre pianeti terrestri del nostro sistema solare. Credits: NASA/R. Hurt/T. PyleSeguiranno aggiornamenti. È in corso adesso una conferenza stampa della NASA.

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

2 COMMENTI

  1. Scoperte entusiasmanti, impensabili fino a pochi anni fa, ma che ora appaiono solo il primo passo verso una conoscenza molto più profonda dello spazio: a breve il telescopio James Webb aprirà una nuova era! Sono già sulle spine!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Antonio Piazzolla
Giornalista e divulgatore scientifico; caporedattore di Close-Up Engineering, è una delle firme di Forbes Italia e autore su Le Stelle, la rivista di divulgazione astronomica fondata da Margherita Hack. Ha collaborato con BBC Scienze Italia, HuffPost Italia, l’Espresso, Il Messaggero e Business Insider Italia.