Mai avrei pensato, dieci anni fa, quando ci siamo conosciuti suonando nella stessa band, che avrei intervistato il mio amico Pasquale Totaro: una delle menti più brillanti incontrate e fondatore di Oddball, la palla che produce musica.
Diversi mesi fa mi ha messo al corrente di questo affascinante progetto e l’ho seguito passo passo nelle sue fasi che l’hanno portato, da pochi giorni, ad una campagna su Kickstarter che ha raccolto oltre 60000 £ in una settimana (200% del loro goal).

Ho incontrato personalmente Pasquale per porgergli qualche domanda per i lettori di Close-up Engineering, entrando un po’ nei dettagli del progetto, fondato con il suo amico e collega Nathan Webb.

Ciao Pasquale, innanzitutto raccontaci un po’ di te, del tuo background e delle tue passioni.
Ho 27 anni originario della Puglia: Manfredonia. Ho studiato ingegneria al Politecnico di Milano e mi sono poi spostato negli Stati Uniti, a Boston, per un Master in Ingegneria Meccanica all’MIT (Massachusetts Institute of Technology).
Dopo un paio di anni a Boston, studiando e facendo ricerca, ho avuto l’opportunità di lavorare alla Apple come product designer e da lì ho deciso di espandere la mia testa e fare qualcosa di piu’ creativo. Nel 2015 mi sono spostato a Londra per frequentare il Royal College of Art.
In parallelo a tutto questo, tra ingegneria e product design, ho sempre avuto e coltivato una passione per la musica, il sound design e l’audio equipment.
Tutt’oggi unisco nel mio lavoro le capacità tecniche e creative che ho acquisito durante gli anni alla mia passione per la musica.

Come hai conosciuto il tuo socio Nathan?

Oddball la palla che produce musica
Pasquale Totaro e Nathan Webb, fondatori di Oddball


Ho conosciuto Nathan all’RCA, un graphic designer che, come me, ha voluto provare qualcosa di nuovo durante la sua carriera.
Abbiamo iniziato a fare progetti insieme perchè entrambi abbiamo la voglia di creare oggetti o installazioni che danno la possibilità alle persone di usare la loro immaginazione. E, sostanzialmente, di renderle piu’ felici, intrattenerle.
Oddball è il primo progetto che lanciamo.

Mi hai fatto conoscere Oddball a febbraio, e l’ho seguito in tutte le sue fasi da quel momento in poi. Sui social avete creato un’hype spaventosa! Spieghiamo nel dettaglio di cosa si tratta.
Oddball è sostanzialmente un controller musicale super semplice e super user-friendly da usare.
L’obiettivo è quello di creare uno strumento musicale che possa dare a tutti l’opportunità di fare musica e di provare quella sensazione.
La palla è l’icona per antonomasia di giocosità, tutti sanno usarla e intrensecamente ha una natura ritmica.

Oddball la palla che produce musica

All’interno di Oddball ci sono dei sensori di movimento e un trasmettitore bluetooth. Quando la palla rimbalza, la palla comunica con un’app al fine di riprodurre un suono. Con l’app è possibile selezionare i suoni preferiti, creare loop, condividerli, aggiungere effetti alla tracce e così via.
Oddball è anche sensibile all’intensità d’urto. Infatti la si può usare come controller Bluetooth MIDI a tutti gli effetti. Lo si può connettere ad ogni programma DAW.
La palla è in poliuretano, ma stiamo anche considerando per la produzione il silicone, che risulta, però, più costoso.
Per la realizzazione abbiamo proceduto tramite compression molding (stampaggio a compressione), producendo tutto internamente. Ma d’ora in avanti abbiamo un partner in Shenzhen che gestirà la produzione.

Da pochissimi giorni è partita la campagna su Kickstarter, avete fatto il botto!
Abbiamo lanciato la campagna Kickstarter perchè ci sembrava la piattaforma adatta per lanciare l’idea. In una settimana abbiamo raccolto circa 60000£ (200% del nostro goal) e venduto circa 1000 unità.
Ad oggi siamo a oltre 96mila Euro e restano ancora 18 giorni alla chiusura della campagna.
Le persone sui social sono molto eccitate, ma tante anche molto scettiche: non abbiamo ancora mostrato tutte le possibilità che offre Oddball e finchè non si ha il prodotto tra le mani lo scetticismo è più che giustificato. Ad esempio, è possibile utilizzare simultaneamente più palle collegate ad una sola app.
C’è stato un ragazzo di Dallas che ha iniziato a fare video “sponsorizzandoci” (tutto di sua iniziativa!) usando una palla qualsiasi come se fosse una Oddball!

Grazie Pasquale. Ultima domanda: cosa vi aspetta il futuro?
Adesso abbiamo in progetto di lavorare al lancio, trovare collaborazioni e iniziare a lavorare su nuovi prodotti!

Oddball sembra essere davvero un gran bel progetto; non solo un mix di musica, creatività e tecnologia ma anche un prodotto che può aprire sicuramente le porte ad una vasta gamma di prodotti e idee innovative ed estremamente originali.