fbpx

Home » Perché ci si tappano le orecchie quando viaggiamo in aereo?

Perché ci si tappano le orecchie quando viaggiamo in aereo?

Le orecchie tappate, o barotrauma auricolare, sono un disturbo comune durante i voli causato dallo squilibrio di pressione tra l'orecchio medio e l'ambiente esterno, portando a sintomi che vanno dal disagio lieve alla perdita dell'udito. Questo articolo approfondisce cause, sintomi e prevenzioni di questa condizione.

Categorie Biologia · Curiosità e Consigli · Viaggi
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

La sensazione di “orecchie tappate”, nota anche come barotrauma auricolare, è uno stress comune ma fastidioso che molti passeggeri sperimentano più frequentemente durante i viaggi aerei ma che si presenta anche nei viaggi in treno, nelle immersioni subacquee o quando saliamo di quota, ad esempio, su una montagna.

Di solito, questo fastidio si fa sentire durante le fasi di salita o discesa di un volo, quando la pressione dell’aria nell’orecchio medio e nell’ambiente esterno non è bilanciata. Questo articolo esplorerà le cause, i sintomi e le misure preventive per questa condizione.

Perché ci si tappano le orecchie?

orecchie tappate

Questa sensazione molto fastidiosa, e in alcuni casi dolorosa, si verifica quando la pressione dell’aria nell’orecchio medio e quella dell’ambiente circostante non sono bilanciate, impedendo alla membrana timpanica di vibrare normalmente. Questo può causare vari sintomi, da un leggero disagio a una perdita dell’udito più grave.

Sintomi comuni e quando consultare un medico

I sintomi delle orecchie tappate possono variare da un moderato disagio a una sensazione di pienezza o pressione nell’orecchio, fino a una perdita dell’udito mite o moderata. Nei casi più gravi, si possono verificare dolore acuto, tinnito, vertigini o persino sanguinamento dall’orecchio. È fondamentale consultare un medico se i sintomi persistono per più di qualche giorno o se si verificano segni di gravità.

Le cause

Questa condizione è causata da cambiamenti rapidi nella pressione dell’aria durante il volo, che il tubo di Eustachio – un piccolo passaggio che collega l’orecchio medio alla parte posteriore del naso e alla parte superiore della gola – non riesce a bilanciare in tempo. Il tubo di Eustachio ha il compito di regolare la pressione dell’aria nell’orecchio medio, ma può non reagire abbastanza rapidamente ai rapidi cambiamenti di pressione, portando ai sintomi del barotrauma.

Questo disallineamento porta a una pressione negativa nel timpano, provocando dolore auricolare. Il disagio e la sensazione di udito ovattato sono effettivamente causati da una retrazione della membrana timpanica a causa di queste variazioni di pressione.

Prevenzione e autocura

Per prevenire o alleviare i sintomi sono consigliati semplici passi di autocura come sbadigliare, deglutire o masticare una gomma. Queste azioni aiutano ad aprire il tubo di Eustachio, consentendo all’orecchio medio di ricevere più aria e bilanciare la pressione dell’aria.

Fattori di rischio: chi è più suscettibile alla sensazione di orecchie tappate?

Questa sensazione può colpire chiunque, ma alcuni fattori aumentano il rischio di svilupparla. Tra questi, un tubo di Eustachio di piccole dimensioni, comune nei bambini piccoli, raffreddori, infezioni dei seni nasali, rinite allergica e infezioni dell’orecchio medio. Dormire durante il decollo e l’atterraggio può anche aumentare il rischio, poiché non si eseguono attivamente azioni come sbadigliare o deglutire per equilibrare la pressione nell’orecchio.

Complicazioni: quando le orecchie tappate diventano un problema

Sebbene nella maggior parte dei casi le orecchie tappate non siano un problema grave e possano essere gestite con l’autocura, in rari casi possono portare a complicazioni a lungo termine. Queste possono includere perdita permanente dell’udito, tinnito cronico e danni alle strutture dell’orecchio medio e interno.

Prevenzione: strategie per evitare il disagio provocato dalle orecchie tappate

La prevenzione è fondamentale quando si tratta di Airplane Ear. Alcuni consigli utili includono:

  1. Deglutire: Attivano i muscoli che aprono i tubi di Eustachio. Succhiare una caramella o masticare gomma può facilitare la deglutizione.
  2. Manovra di Valsalva: Durante il decollo e l’atterraggio, chiudere il naso e soffiare delicatamente con la bocca chiusa può aiutare a equalizzare la pressione.
  3. Evitare di dormire durante decollo e atterraggio: Essere svegli permette di eseguire tecniche di autocura quando si avverte pressione nell’orecchio.
  4. Riconsiderare i piani di viaggio: Se possibile, evitare di volare quando si ha un raffreddore, un’infezione dei seni nasali o dell’orecchio. Consultare il medico dopo un intervento chirurgico all’orecchio.
  5. Alcune soluzioni presenti in farmacia possono aiutare ma andrebbero sempre scelte sotto supervisione e consiglio del proprio medico.

Gestione nei bambini: proteggere i più piccoli

Per i bambini piccoli, incoraggiare la deglutizione è cruciale. Dare ai neonati e ai bambini piccoli un biberon o un ciuccio durante il decollo e l’atterraggio può aiutare. I bambini più grandi possono masticare gomma o bere con una cannuccia.

Con la giusta preparazione e conoscenza, è possibile ridurre significativamente il rischio di sentire la fastidiosa sensazione di orecchie tappate. Seguendo questi consigli, i viaggiatori possono godersi un volo più confortevole, libero da disagi auricolari. Conoscere le cause, i sintomi e le misure preventive può aiutare a ridurre l’incidenza e la gravità di questa condizione, rendendo il viaggio in aereo più confortevole e senza dolore.

FONTI VERIFICATE