fbpx
giovedì, 24 Settembre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Solido-liquido, confermato nuovo stato della materia

Attraverso l’intelligenza artificiale, un gruppo di ricercatori è riuscito a confermare l’esistenza di un nuovo stato della materia, in cui gli atomi di potassio mostrano le proprietà di una spugna fatta di acqua che sgocciola: tradotto, solido-liquido nello stesso momento.

Gli atomi di potassio mostrano le proprietà di un solido e, allo stesso tempo, di un liquido: se fosse possibile “estrarre” un pezzo di questo materiale avremmo a che fare con un blocco solido che perde potassio fuso, che si dissolve poi completamente.

“Sarebbe come una spugna piena d’acqua che inizia a sgocciolare, ma anche la spugna è fatta d’acqua”.

– spiega Andreas Hermann, fisico della materia condensata all’Università di Edimburgo , nonché coautore della ricerca.

Solido-liquido, un insolito stato

Questo stato della materia, decisamente insolito, potrebbe esistere in condizioni che si verificano per esempio nel mantello terrestre, anche se l’elemento non si trova in una forma pura e – solitamente – è legato ad altri materiali. Studiare e analizzare queste condizioni, attraverso le simulazioni, potrebbe aiutare a studiare i comportamenti di altri minerali in ambienti così estremi.

“In qualche modo questi atomi di potassio decidono di dividersi in due sotto-reticoli collegati liberamente”
– dice ancora il professor Hermann.
Quando gli scienziati hanno aumentato la temperatura hanno potuto osservare ai raggi X che le quattro catene scompaiono:  a questo punto i ricercatori hanno effettuato delle simulazioni con la rete neurale, una “macchina dotata di intelligenza artificiale che impara a prevedere il comportamento sulla base degli esempi precedenti”.
In questo caso, la rete neurale è stata calibrata su piccoli gruppi di atomi di potassio, ed ha appreso i principi della meccanica quantistica al punto da poter simulare un gruppo contenente decine di migliaia di atomi: i modelli che ne sono scaturiti hanno confermato che, con una pressione compresa tra circa 20.000 e 40.000 volte quella atmosferica e una temperatura tra 400 e 800 gradi Kelvin (tra 126,85 e 526,85 gradi centigradi), il potassio entra in una stato chiamato a fusione di catena, dove le catene si sciolgono nello stato liquido mentre gli altri cristalli di potassio restano allo stato solido. E’ la prima volta che la scienza è riuscita a dimostrare che questo stato è termodinamicamente stabile per qualsiasi elemento.

“La tecnica di apprendimento automatico sviluppata dal team potrebbe essere utile per descrivere il comportamento di altre sostanze. La maggior parte della materia nell’universo è ad alta pressione e temperatura, come avviene per esempio all’interno dei pianeti e delle stelle”

– spiega Marius Millot, studioso dei materiali in condizioni estreme presso il Lawrence Livermore National Laboratory.

Per approfondire:

[1] “On the chain-melted phase of matter” – Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America.

[2] “Confermato nuovo stato della materia: solido e liquido insieme” – National Geographic Italia

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Antonio Piazzolla
Giornalista e divulgatore scientifico; caporedattore di Close-Up Engineering, è una delle firme di Forbes Italia e autore su Le Stelle, la rivista di divulgazione astronomica fondata da Margherita Hack. Ha collaborato con BBC Scienze Italia, HuffPost Italia, l’Espresso, Il Messaggero e Business Insider Italia.