fbpx
martedì, 20 Ottobre, 2020

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Un vaccino per sconfiggere il cancro al seno

Su 54 donne trattate, l’80% ha avuto una risposta immunitaria positiva mentre per 13 pazienti il vaccino si è mostrato totalmente efficace, portando alla totale regressione della malattia.

I ricercatori del Moffitt Cancer Center, guidati dal medico-scienziato Brian J. Czerniecki, hanno sviluppato un vaccino in grado di riconoscere e attaccare HER2/neu, il ricettore 2 per il fattore di crescita epidermico umano, appartenente alla famiglia delle proteine ErbB, quella dei recettori epidermici dei fattori di crescita. Il 30% dei tumori della mammella si sviluppano in concomitanza ad una amplificazione del gene HER2/neu od alla sovraespressione del suo prodotto proteico.

Il vaccino

È stato preparato isolando le cellule immunitarie dendritiche dal sangue di ogni paziente che sono state poi esposte a frammenti della proteina HER2.

Moffitt Cancer Center
L’apparato edilizio del Moffitt Cancer Center a Tampa, in Florida (USA). Crediti: moffitt.org

Il trial

Lo studio si è svolto su 54 donne il cui cancro al seno era in stadio precoce; alle pazienti è stata iniettata una dose di vaccino personalizzato, come spiegato prima isolando le cellule immunitarie dendritiche dal sangue di ciascuna paziente, una volta alla settimana per 6 settimane in un linfonodo, sul tumore stesso o in entrambi i siti a seconda dei casi.

Risultati

Il vaccino si è dimostrato piuttosto tollerabile per via soprattutto della tossicità bassa. Circa l’80% delle pazienti ha avuto una risposta immunitaria positiva mentre 13 pazienti hanno raggiunto una risposta completa, vale a dire l’assenza di malattia rilevabile all’interno di campioni chirurgici dopo la resezione. Maggiore efficacia è stata riscontrata nelle pazienti aventi carcinoma duttale.

Effetti collaterali

Al momento sono stati registrati solamente affaticamento e brividi.

Brian J. Czerniecki
Brian J. Czerniecki, credits: penniesinaction.org

“Questi risultati suggeriscono che il nostro vaccino è più efficace nel carcinoma duttale, garantendo risposte positive anche nelle altre tipologie della malattia come nel caso del linfonodo locale” – ha dichiarato Brian J. Czerniecki, presidente del Dipartimento di Oncologia del Moffitt.

Lo studio, finanziato dal National Cancer Institute, è stato pubblicato il 13 dicembre 2016 sulla rivista Clinical Cancer Research.


CUE FACT CHECKING

CueEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su sciencecue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Antonio Piazzolla
Giornalista e divulgatore scientifico; caporedattore di Close-Up Engineering, è una delle firme di Forbes Italia e autore su Le Stelle, la rivista di divulgazione astronomica fondata da Margherita Hack. Ha collaborato con BBC Scienze Italia, HuffPost Italia, l’Espresso, Il Messaggero e Business Insider Italia.