È stato accertato e reso noto da pochi minuti il primo caso di italiano colpito dal Coronavirus. Si tratta di uno dei cittadini italiani tornati in patria da Wuhan pochi giorni fa.

Si tratta di un uomo di età compresa tra i 30 e i 40 anni ed era già stato messo in quarantena alla Cecchignola, insieme a tutti gli altri cittadini italiani rientrati da Wuhan (56 in tutto), proprio in attesa di una possibile comparsa del Coronavirus e, purtroppo, così è stato.

Secondo quanto comunicato dalla Direzione Sanitaria dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, luogo è attualmente ricoverato l’uomo: “Il paziente in buone condizioni generali presentava un modesto rialzo termico. Gli accertamenti sono ancora in corso”. Pare che, prima di essere trasferito allo Spallanzani, si trovasse in quarantena in stanza singola, il che potrebbe e dovrebbe aver evitato la trasmissione del Coronavirus agli altri italiani presenti nella struttura.

L’Istituto superiore di sanità sta coordinando l’organizzazione della sorveglianza epidemiologica a livello nazionale e supporta i laboratori di riferimento regionali per garantire una prima diagnosi tempestiva. Nei casi di positività al primo test l’Istituto effettua le analisi di conferma comunicandole alla task-force del ministero della Salute

~Istituto superiore di sanità
Nota sul Coronavirus


L’Italia non è il primo Paese europeo a registrare un caso simile. Infatti, anche in Francia si sono verificati dei casi di cittadini colpiti da Coronavirus dopo il rientro dalla Cina. Senza farsi prendere da allarmismi, vi consigliamo di leggere il nostro articolo per essere ben informati al riguardo: Cose da sapere sul nuovo Coronavirus.

Si sale così a tre casi di Coronavirus registrati in Italia. Ricordiamo che, i primi due casi, riguardano una coppia di turisti cinesi, attualmente in gravi condizioni ma stabili, anche loro ricoverati all’ospedale Spallanzani di Roma.