È notizia di poche ore fa: il matematico italiano Enrico Bombieri ha vinto il premio Craaford.

Cos’è il premio Craaford?

Il premio Craaford viene assegnato ogni anno dall’Accademia Reale svedese in collaborazione con la fondazione Craaford di Lund. Istituito nel 1980 da Holger Craaford e da sua moglie Anna-Greta , il premio mira a promuovere menti brillanti e ricerche eccezionali nel campo dell’astronomia, matematica, scienze geologiche e scienze biologiche. Perché proprio queste discipline? Semplice! Sono quelle a cui non viene assegnato il premio Nobel.

Non solo prestigio!

Il premio, oltre a dare un grande prestigio a chi lo riceve, consiste in una somma in denaro pari a circa 600 mila euro! Enrico Bombieri è il primo italiano a vincere questo ambito premio, per via dei suoi meriti nel fantastico mondo dei numeri.

Chi è Enrico Bombieri?

Nato a Milano nel 1940, egli pubblicò il suo primo articolo scientifico all’età di soli 17 anni. Lo scritto riguardava la teoria analitica dei numeri, branca della matematica di cui Bombieri è il massimo esperto a livello mondiale. Fra i tanti argomenti studiati dal matematico italiano, spiccano l’ipotesi di Riemann, tuttora irrisolta, e il problema di Bernstein, meglio noto come problema delle superfici minime. Bombieri risolse il famoso problema di Bernstein in dimensione 8 insieme al matematico leccese Ennio De Giorgi e ad Enrico Giusti.

Una vita vissuta in vetta

Bombieri non è stato solamente il primo italiano a vincere il premio Craaford. Nel 1974 infatti egli per primo ricevette la medaglia Fields, per aver dato, tra le altre cose, un contributo determinante alla soluzione del problema di cui sopra.

La cerimonia di consegna del Premio si terrà il 15 maggio in Svezia, a Stoccolma, alla presenza di Re Carlo XVI Gustavo di Svezia e della Regina Silvia.