Andriano Panzironi, già sanzionato da Antitrust e Agcom e sospeso dall’ordine dei Giornalisti, dovrà spiegare adesso su quali titoli promette di guarire dalle malattie, (anche gravi), dimagrire e allungare la vita fino a 120 anni attraverso inoltre il consumo dei suoi integratori.

La promozione, velata sotto-forma di programma di informazione scientifica chiamato “Il cerca salute”, viene trasmessa su canali televisivi privati dove Panzironi dispensa consigli per guarire da diverse patologie con una dieta.

Panzironi, il pm: “I suoi suggerimenti sono un reato”

“Lui non è un dottore, nemmeno un dietologo, non è specializzato in scienze dell’alimentazione e pertanto i suggerimenti inerenti i suoi integratori configurarono un reato: esercizio abusivo della professione medica

Francesco Marinaro, pubblico ministero

A processo anche il fratello, Roberto Panzironi che è socio nell’azienda Life 120 Italy, ditta che produce gli integratori, sponsorizzati e venduti nel programma televisivo. Sotto inchiesta però non sono finiti gli integratori ma la titolarità di Panzironi a commerciarli.

La sospensione dall’ordine dei giornalisti

Panzironi è un giornalista al momento sospeso dall’ordine. Le contestazioni del pm Marinaro risalgono al 2018 e il programma, almeno per ora, continua ad andare in onda poiché non esiste una sentenza definitiva che attesti le violazioni ipotizzate. Seguiranno aggiornamenti.

Nella foto Adriano Panzironi, crediti: Live, non è la d’Urso/Canale5/Mediaset